in Il Blog

Ho sempre pensato che ogni città ha la sua sessualità. Con il tempo ho capito che ogni città non si limita ad avere una sua sessualità, ma ci regala anche una sua femminilità. Immagino che le donne pensino che questa visione sia limitata, e che c’è anche una virile mascolinità che sto ignorando… errore! Non la ignoro per niente, anzi, la tengo ben presente per capire meglio i vantaggi che certe metropoli offrono in termini di donne frustrate dai loro desideri inesplosi, che dal mio punto di vista è un vantaggio di non poco conto.

Da ragazzo, come tutti, ho ascoltato, pensato di capire, e fantasticato su quelli che sono i cliché classici sulle straniere, e sulle donne di casa nostra.

Per grandi linee ricordo aver ascoltato che; le bionde nordiche sono delle belle donne; le Svedesi portano a casa il ragazzo che si vogliono scopare, anche perché i genitori preferiscono conoscere chi se le scopa; le Francesi sono carine, liberali e femministe; le ragazze dell’est sono fredde e poco passionali, ma sono anche strafiche che scopi facilmente; le Spagnole sono quelle più troie e più belle; le Portoghesi sono troppo lontane; le Americane del Nord sono donne pudiche, ma anche troie che scopano tanto solo fuori dal loro continente; ed in fine, le latino Americane scopano a tutte le ore, ovunque, e con molti partner diversi, perché culturalmente vivono liberamente la loro fame di cazzo.

Restando a casa… le Italiane sono tutte belle, ma… le Romane scopano poco, anche se lo fanno molto bene; le Milanesi sono fredde e scopano spesso per mantenere un equilibrio psicofisico; a Genova la danno poco, un po` come le mance; a Bologna solo pompini; in Emilia Romagna sono molto calde e disponibili; nel Sud sono calde, disponibili, sensuali e sessualmente delle tigri.

Oggi, mi sento di dire che in mezzo a questa manica di cazzate c’è del vero, ma non come me lo hanno spiegato quando ero adolescente.

Avendo preso a cuore l’universo femminile del quale sento essere un prigioniero senza via di fuga, traccio finalmente una mia personale visione.

Grazie al fatto che ho viaggiato molto per lavoro, vedo diversamente il mondo femminile, soprattutto dal punto di vista culturale inteso come riflesso del paese di origine.

Posso quindi dire che per me; le bionde nordiche non sono tutte delle belle donne. Nordiche non vuol dire un cazzo, e volendo essere più precisi, le Tedesche sono raramente belle e più spesso dei budelli che solo un tedesco potrebbe sposare; le Olandesi sono poco Olandesi, in realtà l’Olanda è un paese di razzisti che ti lascia dare via il culo solo se non sei Olandese, lasciando alle vere Olandesi il ruolo di spettatrici frustrate; Alcune Svedesi sono molto belle, ma non sono sicuro che portino a casa il ragazzo che si vogliono scopare, solo perché i genitori preferiscono conoscere chi se le scopa; le Francesi sono molto carine, eleganti, falsamente liberali, un po` stronze e poco disponibili fuori da contesti che non siano stati organizzati per una trasgressione sessuale controllata e programmata… insomma, a loro discapito, poco spontanee; le ragazze dell’est non sono per niente fredde, sanno essere molto passionali, e non ci sono dubbi sul fatto che siano quasi tutte delle strafiche; le Spagnole sono forse quelle più troie ma sicuramente non sono quelle più belle, anzi, malgrado il mito, sono poco femminili, e diventano femminili solo quando scosciano davanti l’occhio poco attento di un cane arrapato; le Portoghesi sono troppo lontane; le Americane del Nord sono pudiche troie che scopano tanto solo nelle feste dove non le conosce nessuno; ed in fine, le latino Americane scopano a tutte le ore, ovunque, e con molti partner diversi, solo perché hanno una inspiegabile fame di cazzo.

Restando a casa… le Italiane sono di gran lunga le più belle, le più femminili, e personalmente penso che… le Romane scopavano poco, ma molto bene; le Milanesi non sono fredde ma scopano spesso per mantenere un equilibrio psicofisico; a Genova la danno, molto di più delle mance; a Bologna non solo pompini, ma i pompini hanno diritto ad una giusta nota di merito; in Emilia Romagna sono molto calde e disponibili, e scopano benissimo; nel Sud sono calde, disponibili, sensuali, sessualmente delle tigri, e senza che nessuna ci rimanga male, le donne del sud sono per me il massimo di quello che un uomo posso immaginare quando pensa ad una donna intesa come “femmina”.

Le donne Italiane del Sud, si muovono, parlano, sorridono, scopano, e si incazzano sbattendoci in faccia una femminilità che non si può ignorare.

Il rischio è quello di innamorarsi, sempre, e di tutte.

Evidentemente sono solo cliché, niente è così scientifico, niente di tutto quello che ho scritto è totalmente vero, se non nella testa di chi lo vive o lo ha vissuto.

Malgrado ciò, non sottovaluterei troppo che nei cliché c’è sempre una parte di vissuto che non si può trascurare.

Condividi questo articolo ....
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares