in Il Blog

Guido Scorza, 44 anni, avvocato esperto di Internet, già membro del Team Digitale di Palazzo Chigi, commenta così l’aggiornamento dei termini di servizio della popolare app di messaggistica. Tecnicamente Whatsapp si è adeguata alla GDPR, un acronimo che sta per General Data Protection Regulation, un complesso di norme approvate dall’Unione Europea nel 2016 ed applicabili dal prossimo 25 maggio.

Sorgente: “Il divieto agli under 16 è solo la prova che Whatsapp non è gratis”

Condividi questo articolo ....
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •