Occhio al dating online, per la Cassazione è già tradimento … Cazzo ! Dei Geni !

Occhio al dating online, per la Cassazione è già tradimento … Cazzo ! Dei Geni !

Occhio al dating online, per la Cassazione è già tradimento … Cazzo ! Dei Geni !

Iscriversi a Tinder e cercare attivamente l’incontro di una notte (o qualcosa di più ambizioso e duraturo). Fare un giro sugli sterminati siti e app di incontri, da Meetic a Gleeden passando per OkCupid, Badoo, Happn e compagnia. Senza mai trovare la scintilla giusta, e dunque senza mai organizzare un incontro né, eventualmente, consumare un rapporto sessuale extraconiugale. Tutto a posto? Non proprio: la semplice navigazione è sufficiente a giustificare una causa di separazione e a confermare, come racconta una decisione della Corte di Cassazione, l’assegno di mantenimento.

A nulla sono valse le argomentazioni di un ex marito bolognese che intendeva addebitare i costi della causa della separazione alla moglie e appunto di eliminare l’assegno. La sua tesi ruotava intorno al cosiddetto “abbandono del tetto coniugale” (previsto dall’art. 143 c.c. e dall’art 570 c.p.) visto che la donna, benestante e molto più giovane di lui, lo aveva scoperto a swipare a destra e a manca e a flirtare online con potenziali partner su siti simili a quelli citati all’inizio.

Sorgente: Occhio al dating online, per la Cassazione è già tradimento – Wired

Condividi questo articolo ....
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Leonardo Cremonesi

Devi aver effettuato il login per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: